La giardiniera

Giardiniera sott'olio

Ricetta

La giardiniera fatta in casa del nostro chef Gianmarco Casadei è buonissima, facile da preparare ed equilibrata con le verdure sono croccanti al punto giusto.

Ecco la ricetta, con cui si otterranno dieci barattoli di giardiniera da circa 750 grammi.

 

Procedimento per la giardiniera

Pulire le verdure e tagliarle a pezzetti possibilmente delle stesse dimensioni.

 

In una pentola capiente mettere l’aceto, il vino bianco, il sale e lo zucchero e portare a ebollizione.

 

Quindi versarsi tutte le verdure tagliate, lasciando per ultimi i peperoni e far cuocere per circa 10 minuti.

 

La cottura deve essere a fuoco vivo, perché l’operazione deve essere veloce in modo da far rimanere la verdura croccante.

 

Se invece si preferisce una giardiniera con verdure più morbide, far cuocere per qualche altro minuto.

 

Togliere la pentola dal fuoco e lasciare riposare a temperatura ambiente per 24 ore.

 

Il giorno dopo scolare e asciugare bene la verdura e distribuirla all’interno di vasi con chiusura ermetica.

 

Coprire le verdure con l’olio extra vergine d’oliva e chiudere ermeticamente i vasetti.

Conservare la giardiniera in frigorifero.

 

Se si vuole conservare la giardiniera in dispensa più a lungo, è necessario metterla in dei vasetti sterilizzati che dovranno poi essere portati a bollore per formare la chiusura sottovuoto (seguire sempre le linee guida del ministero)


 
Piatto Contorni
Difficoltà facile
Dieta Vegana
Ricetta VeganaTOP CHEF
 
Ingredienti
  • kg. 1 di carote
  • 1 cavolfiore viola di numero
  • 1 cavolo romano di numero
  • 1 cavolfiore bianco
  • 1 sacchetto di cipolline borettane
  • kg. 1 di scalogno
  • kg. 1 di peperoni gialli
  • kg. 1 di peperoni rossi
  • 1 sedano
  • 1 puntarella romana
  • 3 cetrioli
  • 1 mazzo di ravanelli
  • kg. 1 di finocchi
  • l. 3 di vino bianco
  • l. 2 di aceto
  • gr. 200 di sale
  • gr. 350 di zucchero
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
Consigli utili

Il liquido che rimane nel vasetto dopo averla consumata non va buttato: può essere utilizzato per condire l'insalata di riso o per fare la maionese.