Piccione con verdure e mostarda

Piccione con verdure e mostarda

Ricetta

Il piccione è una carne dal colore scuro e dal sapore molto intenso. Questa carne è considerata tanto più prelibata quanto più il piccione è giovane, in quanto risulta più tenera e saporita.

Vediamo insieme come cucinarla e come servirla insieme a delle verdure e della mostarda!

 

PROCEDIMENTO PER LA PREPARAZIONE DEL PICCIONE

Iniziare pulendo i piccioni. Pulire i petti togliendo ogni osso e disossare parzialmente le coscette.

 

Rosolare i petti velocemente in una padella con dell’olio extravergine di oliva a fuoco vivo per 7/8 minuti, quindi insaporire con sale e pepe. Terminata la cottura, avvolgere i petti nella carta stagnola e mantenerli in caldo.

 

A parte schiacciare le cosce con il batticarne e rosolarle in padella con l’aglio da taglio per alcuni minuti.

 

Lavare e tornire le verdure con l’aiuto di un coltello, ovvero tagliarle in cubetti o parallelepipedi e smussarne gli angoli in modo da dargli una forma tondeggiante. Quindi scottarle al dente per alcuni minuti in una pentola con acqua salata. 

 

Tritare finemente lo scalogno, metterlo in una padella con dell’olio extra vergine d’oliva, far soffriggere per qualche minuto e aggiungere in seguito le verdure per farle insaporire.

 

IMPIATTAMENTO

Disporre creativamente le verdure nel piatto, aggiungere la mostarda di Cremona, scaloppare i petti, ovvero tagliarli a fette uniformi, e impiattarli insieme alle cosce.

 

Versare sulla carne il fondo di cottura dei piccioni, a cui sono state aggiunte alcune gocce di aceto balsamico tradizionale di Modena, in modo arricchirne il sapore. Completare decorando con zeste di arancia.

 

 


 
 
Piatto Secondi
Persone 4
Costo medio
A base di piccione
Difficoltà media
 
Ingredienti
  • 2 piccioni freschi
  • 1 patata media
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • 1 costa di sedano
  • 2 scalogni
  • Aglio verde da taglio
  • g 60 di mostarda di Cremona
  • Sale qb
  • Pepe qb
  • Alcune gocce di aceto balsamico di Modena
  • Olio extravergine d'oliva
  • Buccia di un'arancia
Consigli utili

Come abbinamento enologico suggeriamo quello con il re dei vitigni, ossia con il Pinot Nero, caratterizzato da un sapore e una struttura eleganti, complessità aromatica e una buona freschezza, specie se non invecchiato.