Crostata di mele caramellate e noci

Crostata di mele caramellate e noci

Ricetta

Una crostata di mele bellissima da vedere e buonissima da gustare, che fai non la vorresti preparare anche tu?

 

Fai click su DESSERT per scoprire altre nostre ricette di questo tipo!

 

PROCEDIMENTO PER PREPARARE LA CROSTATA DI MELE CARAMELLATE E NOCI 

 

Per prima cosa, far sabbiare le polveri col burro fino ad ottenere un composto simile alla sabbia umida, quindi aggiungere le uova.

 

Formare un panetto e porre in frigo a riposare per almeno 1 ora.

 

Montare a neve gli albumi con lo zucchero, aggiungere a mano la farina di noci e la cannella, mescolando dal basso verso l’alto per non smontare la massa.

 

Sbucciare le mele, togliere il torsolo e tagliarle prima a quarti e poi a fette non troppo sottili.

 

Far scaldare burro e zucchero in padella a fuoco vivo, aggiungere le mele e la cannella e far caramellare per 1 minuto.

 

Rivestire un anello per crostate con la pasta Sablee stesa ad uno spessore di circa 3 mm.

 

Riempire il guscio di Sablee col ripieno alle noci e sistemarvi sopra le fette di mela a mo di raggiera.

 

Sbriciolate grossolanamente la Sablee che è avanzata e guarnite il bordo della crostata a creare una “cornice” alle mele.

 

Cuocere in forno statico a 180° per circa 30 – 35 minuti.

 

A fine cottura, dopo averla fatta intiepidire, spolverare con un po’ di zucchero a velo (facoltativo).


 
Piatto Dessert
Persone 8
Costo Medio
A base di mele, noci, pasta frolla
Difficoltà difficile
 
Ingredienti
  • gr 250 di farina 00
  • gr 30 di farina di noci
  • gr 80 di zucchero a velo
  • gr 3 di sale
  • gr 140 di burro freddo 
  • gr 55 di uova intere 
  • PER IL RIPIENO DI NOCI:
  • 2 albumi
  • gr 100 di zucchero semolato 
  • gr 100 di farina di noci 
  • gr 1 di cannella in polvere 
  • PER LE MELE CARAMMELATE:
  • 3 mele golden
  • gr 25 di burro
  • gr 30 di zucchero di canna
  • gr 1 di cannella
Consigli utili

Le noci si raccolgono generalmente a fine estate, attendendo che il frutto cada spontaneamente dall'albero e poi ripulito dal suo involucro protettivo.
In Emilia Romagna c'è invece l'usanza di raccogliere le noci la notte di San Giovanni, il 24 giugno, per ricavarne il nocino, un liquore alcolico usato come digestivo.