Monfettini in brodo di seppia


Ricetta

I monfettini sono una tipologia di pasta fresca tipica della Romagna, tagliata in maniera grossolana al coltello.

 

In dialetto romagnolo hanno diversi nomi, infatti, si possono chiamare “manfrigul” o “grattini” o “malfattini”.

 

La ricetta dei monfettini è riportata originariamente nel libro di Pellegrino Artusi ed è la  n°45:  “I malfattini più semplici sono di farina. Intridetela colle uova e lavoratela colle uova sulla spianatoia…tagliatela colla lunetta fino a ridurle in minuzzoli minuti quanto la metà di un chicco di riso…”

 

Questa con il brodo di seppia è una ricetta tradizionale poiché si racconta che i pescatori romagnoli erano soliti preparare questo formato di pasta con un brodo di seppie fresche appena pescate.

 

PROCEDIMENTO PER PREPARARE I MONFETTINI IN BRODO DI SEPPIA

 

Fare un brodo con una parte delle nostre verdure, gli scarti della seppia e il concentrato di pomodoro.

 

Procediamo con impastare le uova con la farina profumata con la buccia di limone grattugiata e la noce moscata, quindi formare un panetto e lasciarlo riposare.

 

Successivamente, in un tegame capiente, appassire un trito di sedano carota e cipolla con un filo d’olio, unire la seppia a cubetti, lasciar insaporire e aggiungere il brodo.

 

Lasciare cuocere per almeno 40 minuti.

 

In un secondo momento, recuperare il nostro panetto e tritare finemente l’impasto per ricavarne dei monfettini.

 

Quando la seppia è cotta versare la pasta fresca nel brodo e cuocere ancora per un paio di minuti.

 

Consiglio: questo piatto si può servire sia caldo che freddo!

 

Buon appetito!


 
 
Piatto Primi
Persone 4
Costo Basso
A base di monfettini, seppia
Difficoltà facile
 
Ingredienti
  • 2 coste di sedano
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 2 seppie pulite e tagliate a cubettini
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • 2 uova
  • gr. 200 di farina
  • buccia di limone grattugiata
  • noce moscata q.b.