Baccalà con peperoni e olive

Baccalà con sformato di peperoni e olive

Ricetta

Il piatto a base di baccalà dello chef Massimiliano Poggi è uno spettacolo anche per gli occhi, colori vivaci e un gusto unico!

 

Fai click su PEPERONI per scoprire altre nostre ricette con questa verdura.

 

PROCEDIMENTO PER PREPARARE IL BACCALÀ CON I PEPERONI E LE OLIVE

 

Far bollire il latte con l’aglio, il rosmarino e la salvia finché l’aglio non risulti ben cotto.

 

Filtrare ed immergervi il baccalà a filetti, portando tutto a 60ºC per 3 minuti.

 

Aggiungere le patate e tenere coperto fino a raffreddamento.

 

Scolare il baccalà e le patate e iniziare a schiacciare per ottenere una polpa cremosa.

 

Mantecare con olio delicato ed eventualmente aggiungere il latte di cottura, poco a poco, fino ad ottenere una bella spuma chiara.

 

In un secondo momento, in una casseruola, far sudare le cipolle a fettine, aggiungere i peperoni e i pomodori tagliati a pezzi, coprire e portare a cottura.

 

Scolare le verdure, frullarle e tenerle da parte.

 

Emulsionare l’acqua di cottura delle verdure con olio.

 

Aggiungere alle verdure frullate un uovo, un cucchiaio di farina e 2 filetti di acciuga e cuocere in forno per 12/14 minuti.

 

Disporre nei piatti l’acqua emulsionata, una quenelle di baccalà, un po’ di sformato e guarnire con le olive disidratate.

 

Ecco che il nostro piatto è pronto per essere gustato.

 

Buon appetito!

0/5 (0 Recensioni)

 
 
Piatto Secondi
Porzioni 4
Costo Alto
A base di baccalà, peperoni
Difficoltà media
TOP CHEF
 
Ingredienti
  • g. 280 di baccalà dissalato
  • g. 100 di patate al vapore
  • g. 250 di latte fresco
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 rametti di rosmarino
  • 2 foglie di salvia freschissima
  • olio extravergine d’oliva
  • olive disidratate
  • PER LO SFORMATO DI PEPERONI:
  • g. 250 di peperoni rossi
  • g. 250 di cipolla rossa di Medicina
  • g. 250 di pomodori maturi
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di farina
  • 2 filetti di acciughe sott’olio
Consigli utili

È per sua natura saporito il baccalà, pesce ormai diffusissimo in Italia, che trae le sue origini dall'importazione che la Campania effettuava dal Nord Europa e i cui piatti, insieme al capitone, venivano consumati specialmente a Natale.
Abbiniamo su questi sapori importanti un Taburno, DOC della Campania, un bianco secco da uve Trebbiano Toscano e Falanghina, dal bouquet delicato con note fruttate, gusto sapido con sentori minerali su fresca base acida. Il servizio può essere effettuato con un raffreddamento a 10/12 °C.