Analcolico Spring Awakening

Analcolico Spring Awakening

Ricetta

Da sorseggiare in un bicchiere Long Drink, l’Analcolico Spring Awakening si prepara partendo dall’acetosa che va pestata direttamente nella parte di vetro del Boston shaker. Una volta terminata questa fase, utilizzando lo jigger, si possono aggiungere tutti gli ingredienti ad eccezione dell’acqua tonica (Tyrol Tonic). Alla fine, si unisce anche il ghiaccio, si chiude lo shaker con la parte di metallo e si inizia ad agitare velocemente. Inseriti cinque cubetti di ghiaccio nel bicchiere Long Drink, è il momento di versare l’analcolico utilizzando uno strainer e un colino. Infine si aggiunge l’acqua tonica. Il tocco finale spetta alle mele secche e al fiore che concludono la presentazione dello Spring Awakening.

Il consiglio di Stefan Pföstl è di sorseggiarlo in abbinamento con uno Speck Alto Adige IGP dal gusto unico, leggermente dolce al palato, come ad esempio lo Speck Alto Adige IGP di Schmid Speck. Dal sapore delicato di affumicatura di legno di faggio, deve il suo gusto unico alla sua componente grassa, maggiore se paragonata a quella di altri Speck altoatesini a marchio IGP. La sapidità non è eccessiva grazie alla bassa quantità di sale utilizzata e la miscela di spezie è decisamente equilibrata.


 
Piatto Cocktail
Persone 1
A base di miele
Difficoltà facile
 
Ingredienti
  • cl. 10 di Weirouge
  • cl. 10 di Tyrol Tonic
  • cl. 2 di miele di dente di leone
  • cl. 3 di agresto (Verjus)
  • Acetosa
  • Per decorare: mela secca e fiore
  • Utensili richiesti: Boston shaker, jigger, strainer, colino