Cresc tajat con scampi e fave

CrescTajat_Elide

Ricetta

Per la pasta
Impastare insieme la polenta precedentemente preparata con la farina bianca e l’uovo.
Stendere una sfoglia abbastanza sottile e ricavarne una sorta di maltagliati.

Preparazione
Sgusciare gli scampi e, con i gusci, preparare un brodo molto ristretto.
Fare rosolare il guanciale tagliato a dadini con l’olio ed il finocchietto; aggiungere le fave pulite, lasciar cuocere brevemente ed unire il brodo di scampi. Cuocere la patata per qualche minuto in acqua salata, scolarla e saltarla nella salsa insieme alla polpa degli scampi e un po’ di carcasse di pomodoro. Suddividere nei piatti e rifinire con un filo d’olio e pepe fresco di mulinello.


 
 
Piatto Primi
Persone 4
Costo medio
A base di fave, polenta, scampi
Difficoltà media
TOP CHEF
 
Ingredienti
  • 4 scampi medi
  • 2 fette di guanciale
  • kg. 1 di farina fresca
  • finocchio selvatico
  • olio extravergine di oliva di Cartoceto
  • sale e pepe q.b.
  • g. 400 di polenta
  • g. 200 farina bianca
  • 1 uovo
Consigli utili

Elide prepara questo piatto stupendo soltanto nel periodo di raccolta delle fave, perchè solo il sapore fresco di questa leguminosa si può abbinare alla delicatezza degli scampi, anch'essi freschissimi. La famiglia di Elide non ammette compromessi sulla freschezza e sulla qualità delle materie prime.
Piatto della tradizione marchigiana da abbinare con il vino più famoso della regione ossia un Verdicchio dei Castelli di Jesi, una DOC Marche diffusa nelle province di Ancona e Macerata. Si tratta di un bianco secco nelle versioni Classico e Riserva. Il colore è paglierino brillante, il bouquet garbato di pesca, mela, agrumi, banana, fiori di campo. Il gusto è decisamente sapido ed energico, fresco e minerale, da servire a 10 °C.