Roast beef di anatra con spinaci crudi e salsa di gorgonzola

Roast beef di anatracon spinaci crudi e salsa di gorgonzola

Ricetta

L’anatra è un tipo di carne dal sapore dolce e delicato e può essere cucinata in tanti modi. Oggi vediamo come preparare un roast beef di anatra, accompagnato con degli spinaci e condito con una crema di gorgonzola.

 

PROCEDIMENTO PER IL ROAST BEEF DI ANATRA

Iniziare pulendo accuratamente i petti di anatra.

 

Condirli con sale, pepe e zucchero e rosolarli all’interno di una padella con dell’olio a fuoco vivace per alcuni minuti. Quindi bagnare con un bicchiere di vino rosso e fare evaporare.

 

Posizionare i petti di anatra all’interno di una teglia rivestita di carta da forno e far cuocere in forno preriscaldato a 160/170 °C per circa 10 minuti.

 

Una volta cotti, rimuoverli dal forno e farli raffreddare.

 

Mentre i petti d’anatra stanno cuocendo, pulire bene gli spinaci togliendo i gambi, quindi lavarli in acqua fredda e asciugarli accuratamente. Tagliare gli spinaci a julienne e condirli con pochissimo olio, sale e pepe.

 

In un saltiere sciogliere il gorgonzola con un po’ di panna fino a formare una crema e farla addensare per qualche minuto sul fuoco.

 

IMPIATTAMENTO

Per impiattare, disporre gli spinaci nel piatto, affettare con un coltello il petto di anatra e adagiarvelo a ventaglio­.

Condire il roast beef di anatra con la salsa al gorgonzola e alla fine aggiungere l’erba cipollina come saporita guarnizione.


 
Piatto Secondi
Persone 4
Costo Medio
Difficoltà media
 
Ingredienti
  • 2 petti di anatra medi freschi con la pelle
  • g 300 di spinaci piccoli
  • g 100 di gorgonzola stagionato
  • cl 25 di panna
  • Olio extravergine d'oliva
  • 1 bicchiere di vino rosso corposo
  • 1 ciuffetto di erba cipollina
  • Sale qb
  • Pepe nero qb
  • Zucchero qb
Consigli utili

L'utilizzo del vino rosso corposo nella cottura dell'Anatra suggerisce l'abbinamento con un vino di pari corposità, quindi, per esempio, un Primitivo di Manduria o un Negroamaro salentino, volendo privilegiare la Puglia come zona di produzione.