Orata con uvetta e pinoli

Orata con uvetta e pinoli

Ricetta

La delicatezza delle carni dell’orata, unita a pinoli e uvetta, crea un piatto molto piacevole, adatto a tutte le stagioni.

 

E’ possibile sostituire l’orata con il branzino e abbinare questo genere di piatti a vini bianchi; in questo caso suggeriamo un Vermentino di Gallura DOCG, tipico delle province di Sassari e Nuoro, prodotto per 95 -100% dalle uve omonime, morbido e intenso nei profumi.

 

Un secondo piatto tutto da gustare, perfetto per pasti quotidiani oppure per occasioni speciali. Ecco la nostra ricetta completa!

 

PROCEDIMENTO PER PREPARARE L’ORATA CON UVETTA E PINOLI

 

Per prima cosa, sfilettare le orate e, con l’aiuto di una pinza, togliere le spine più piccole.

 

A parte tagliare la cipolla a julienne e, con l’olio, rosolarla bene; unire le carote tagliate a fiammifero e aggiungere il brodo di pesce.

 

Far ridurre della metà.

 

Con il burro tostare i pinoli, aggiungere l’uvetta e bagnare con il Martini; fare evaporare.

 

In una padella, con l’olio, rosolare i filetti di pesce, salare e pepare e aggiungere la salsa di cipolle e quella di Martini; unire qualche noce di burro e deglassare il tutto.

 

Servire con la salsa del fondo di cottura.

 

Ecco che la nostra orata è pronta per essere gustata.

 

Buon appetito!

0/5 (0 Recensioni)

 
 
Piatto Secondi
Porzioni 4
Costo Alto
A base di orata
Difficoltà media
 
Ingredienti
  • 4 orate di circa g. 300 cadauna
  • 1 piccola cipolla
  • g. 50 di carote a fiammifero
  • g. 30 di uvetta sultanina
  • g. 30 di pinoli
  • 1 bicchierino di Martini bianco
  • burro
  • sale e pepe q.b.
  • brodo di pesce
  • olio extravergine di oliva
Consigli utili