Coscia di Cinghiale in salmì


Ricetta

Tagliare il cinghiale e tutte le verdure a piccoli pezzi, metterli in un recipiente di terracotta e coprire il tutto di vino rosso. Mescolare bene, coprire tenere in frigo per 12 ore.
Passate le 12 ore, rosolare una carota e una cipolla tritate finemente in un tegame con un po’ di burro rosolare nel burro, aggiungere i pezzi di cinghiale tolti dalla marinata e  rosolarli (ci vuole un po’ perché sono impregnati di vino). Quando saranno rosolati versare nel tegame  tutta la marinata, far prendere il bollore, coprire, abbassare la fiamma e cuocere per circa due ore. A cottura ultimata  togliere tutti i pezzetti di carne e  passare la marinata in un passaverdura. Mettere sul fondo del piatto dei pezzetti di pane, sistemarvi sopra   il cinghiale, versarvi sopra la marinata bollente a cui si può aggiungere il cioccolato amaro, a pezzetti.


 
 
Piatto Secondi
Persone 4
Costo Medio
A base di cinghiale
Difficoltà media
 
Ingredienti
  • Kg. 1 di carne di cinghiale
  • 3/4 di litro di vino rosso corposo
  • olio extra vergine d'oliva
  • 1 cucchiaio di bacche di ginepro
  • g. 100 di cioccolato amaro
  • 3 cipolle
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 3 gambi di prezzemolo
  • 2 foglie di alloro
  • 1 rametto di timo
  • noce moscata
  • sale, pepe
  • burro
Consigli utili

L'abbinamento di un piatto "difficile" come quello a base di cinghiale, è con il Nebbiolo, sicuramente il vitigno a bacca nera più pregiato e difficile tra gli italiani. L’eccellenza della produzione del Nebbiolo è concentrata nelle Langhe e più precisamente nelle zone del Barolo e del Barbaresco (Piemonte) e in Valtellina (Lombardia). Fuori da queste aree di elezione le uve del Nebbiolo non hanno più quello spessore, quella forza e quella “nobiltà” che lo rendono unico al mondo. Sono stati identificati tre cloni principali del vitigno Nebbiolo, il Lampia, il Michet e il Rosé.